Il terzo bando (marzo 2016)

I passaggi tecnico/amministrativi della terza fase del progetto sono così riassumibili:

Passaggio tecnico/amministrativo

Soggetti coinvolti

Tempi

Prodotti/Atti

Analisi dello stato di avanzamento del progetto e delle nuove richieste pervenute oltre il termine del 2° bando

Servizio Opere Pubbliche

Febbraio-Marzo 2016

Relazione preliminare al terzo bando

 

Planimetria terzo bando

Schede edifici disponibili

Decisioni su richieste secondo bando e riapertura termini

Giunta Comunale

14/03/2016

Predisposizione e pubblicazione terzo bando

Servizio Opere Pubbliche

21 marzo 2016 – scadenza 21 maggio 2016

Terzo bando

(marzo 2016)

Predisposizione sito internet del progetto

Servizio Opere Pubbliche

  CED

Aprile 2016

http://excasermapiave.comune.belluno.it/

Poichè anche dopo la chiusura dei termini del secondo bando rimanevano ancora disponibili immobili o porzioni di immobili nell’ambito del compendio, alla luce inoltre della recente rinuncia alla realizzazione dell’intervento da parte della associazione Val Belluna Emergenza (che ha reso nuovamente disponibile per l’assegnazione una ampia porzione dell’edificio n. 5) e delle ulteriori manifestazioni di interesse pervenute oltre il termine previsto dal 2° bando, con decisione di Giunta comunale del 14/03/2016 si è disposta la riapertura dei termini per la presentazione di proposte di utilizzo degli immobili, ancora una volta con la conferma delle medesime finalità, priorità e modalità previste nel bando originario, in base alla situazione aggiornata del compendio.

marzo 2016

marzo 2016

Al fine di raccontare, monitorare e promuovere adeguatamente il progetto nel suo stato di avanzamento e nelle prospettive future, garantendo anche un coordinamento efficace tra le iniziative dell’Amministrazione e degli uffici e quelle degli assegnatari e favorendo l’interesse ed il coinvolgimento di nuovi soggetti, è stato predisposto il sito internet del progetto.

A seguito della pubblicazione del terzo bando in data 21/03/2016, entro il termine del 21/05/2016 sono pervenute n. 5 nuove manifestazioni di interesse.

Dopo le valutazioni della Giunta Comunale, con Delibera di Consiglio Comunale n. 40 del 04/07/2016 sono state approvate le convenzioni con i seguenti soggetti:

  • ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE DAFNE (operante nell’ambito della tutela dei minori, per la prevenzione, il contrasto e l’emersione delle violenze a danno dei bambini e per la promozione di una cultura di attenzione ai diritti dell’infanzia, in collaborazione con le Forze dell’ordine, l’Ufficio Scolastico territoriale, enti pubblici, Belluno Donna e altre associazioni del territorio), per il recupero di una stanza al P.T., lato ovest della palazzina n. 4, per la realizzazione della sede, destinata anche allo svolgimento di attività istituzionali quali: laboratori per bambini e genitori sulle “emozioni”; incontri di scambio di esperienze e dibattito; accoglienza e supporto alle vittime; accompagnamento alla segnalazione alle autorità competenti, psicoterapia;
  • COOPERATIVA SCOUT “S.GIORGIO” (soggetto che opera nell’ambito del Distretto di Belluno-Trentino Alto Adige curando l’acquisto, la conduzione e la gestione di terreni ed immobili per campi mobili scouts, soggiorni invernali ed estivi, feste di gruppo e distretto; l’acquisto, costruzione, produzione e vendita di attrezzature per le attività scoutistiche; attività di formazione dei capi, campi scuola, relazioni con i gruppi scout all’interno ed all’esterno del distretto; promozione dello scoutismo e cura e finanziamento di una biblioteca sociale e di biblioteche di gruppo con orientamento specifico; promozione e sostegno di pattuglie Scout di protezione civile), per il recupero della porzione aperta della tettoia n. 1 (destinata a deposito di legna da costruzione per attività Scout, automezzi, carrello tenda,etc.) e di due locali al piano terra della palazzina n.4 (lato ovest), destinati ad ospitare un deposito di uniformi, tende, utensili, articoli sportivi, oltre a materiale didattico e ad una sala per riunioni dei soci, con biblioteca sociale;
  • TIB TEATRO SOCIETA’ COOPERATIVA SOCIALE ONLUS, per il recupero della porzione residua dell’edificio n. 5 (blocco uffici e autorimessa) per la realizzazione del progetto del centro permanente di promozione della cultura e dell’arte, nella forma originaria, presentata nel 2014, ed all’epoca modificata in sede di tavolo di confronto, per contemperare le esigenze dei diversi soggetti richiedenti: alla sede operativa della cooperativa, in corso di realizzazione nella porzione dell’edificio 5 già assegnata, si aggiunge la realizzazione, nella restante parte del medesimo immobile, della Casa delle Arti (scuola di teatro per bambini e giovani, laboratori per insegnanti ed educatori, corsi di teatro per adulti e anziani, corsi di danza, laboratori di scrittura, arti visive e video-arte, incontri con artisti, master e workshop di teatro e danza) che era invece stata trasposta nell’hangar n. 10, destinato nuovamente ad Officina delle Arti (laboratori illuminotecnici, scenotecnici, di costruzione scenografie, sartoria teatrale, di arti visive e tecniche multimediali), oltre che a magazzino;
  • ASSOCIAZIONE GRUPPO 90 POLPET (associazione attiva a livello provinciale nell’organizzazione, gestione e supporto di eventi e manifestazioni che offre supporto logistico ed infrastrutturale a molteplici associazioni qiuali Proloco, Associazioni sportive, comitati frazionali, nella creazione e organizzazione di eventi locali), per il recupero di una porzione dell’edificio n. 15 (autorimessa lato ovest e magazzino centrale) per il deposito delle attrezzature di cui l’associazione dispone e per le attività di laboratorio per la progettazione e realizzazione delle proprie iniziative;
  • A.S.D. SMERS AUTODIFESA, associazione sportiva affiliata A.I.C.S., per il recupero della palazzina n. 6 per la realizzazione della sede, destinata a promuovere le attività specifiche anche attraverso la realizzazione di corsi.

SITUAZIONE LUGLIO 2016